Decio Anzani

Il PD Londra & UK dedicato alla memoria di

Decio Anzani

E’ stato il Segretario del PD in Inghilterra,  Roberto Stasi, insieme a tutti gli iscritti, a prendere la decisione nel quadro di una serie di iniziative culturali con al centro la mostra curata dal Dovadolese Alfio Bernabei alla quale si è interessato anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, durante la sua visita a Londra a fine maggio.

Decio Anzani è presente nella mostra “Dangerous Characters in London’s Little Italy” come Segretario Onorario della sezione londinese della Lega Italiana per i Diritti dell’Uomo, che si occupava di dare asilo ai fuorusciti italiani e manteneva i rapporti con il Partito Laburista.

Quello del forlivese Anzani è l’esempio dell’emigrante che, oltre ad affermarsi sul proprio campo di lavoro, si impegna anche come cittadino in quello dei diritti civili facendo onore al proprio Paese” ha detto Stasi. “Il PD in Inghilterra ha deciso di prenderlo come modello di persona dedicata alla protezione dei valori umani che ci esorta a rimanere vigili. Abbiamo invitato il sindaco di Forlì all’intitolazione della nostra sezione ad Anzani e speriamo che sia con noi.

E’ stato Bernabei a scoprire l’opera e la tragica vicenda di Anzani nel suo libro “Esuli ed emigrati italiani nel Regno Unito 1920-1940” dedicato alle attività degli antifascisti all’estero durante il Ventennio.  Forlì gli ha intitolato un viale vicino a Porta Schiavonia nel 2006, grazie in particolare a Gabriele Zelli, che all’epoca lavorava in quel comune (oggi è sindaco di Dovadola).

Nonostante Anzani fosse noto al Governo inglese come antifascista, quando Mussolini dichiarò guerra al Regno Unito, il 10 giugno del 1940, tra le migliaia di Italiani che vennero arrestati come “nemici stranieri”, ci fu anche lui. L’ironia della sorte volle che morì quando la nave Arandora Star, che trasportava oltre 700 Italiani internati verso il Canada, venne affondata da un sottomarino tedesco. L’errore del suo arresto venne poi ricordato anche nel Parlamento di Westminster.

La cerimonia d’intitolazione della sede del PD a Decio Anzani si e’ svolta in concomitanza del BBQ dell’Unita’, appuntamento annuale di autofinanziamento del circolo londinese del PD, lo scorso 28 giugno. “Il nostro BBQ cade ogni anno a fine giugno/inizio luglio: sono proprio i giorni in cui si sviluppo’ la tragedia dell’Arandora Star che colpi’ profondamente la comunita’ italiana a Londra e nel Regno Unito” continua Stasi.

“Abbiamo approfondito molto questo tema, soprattutto nell’ultimo anno, dopo il nostro primo incontro con Alfio Bernabei. Abbiamo, come circolo, voluto indagare e riportare alla luce quei fatti, purtroppo dimenticati e coperti dall’oblio. La figura di Anzani ci ha colpito profondamente, ma ci sono tante storie, tra quelle dei naufraghi italiani, che rappresentano il sacrificio umano di una comunita’, di famiglie e di tanti semplici cittadini italiani, travolti dal vortice della storia e vittime, come tanti, poi Europei, nella tragedia della Guerra. Forse le famiglie attenderebbero giustizia, forse. Soprattutto quelli che vissero la tragedia di padri e fratelli internati. Adesso incontriamo tante generazioni discendenti dalle vittime, che riscoprono la storia dei propri avi e chiedono il ricordo delle vittime e di quella tragedia dimenticata.

Ecco, come PD vogliamo farci strumento di questo, sollecitando il ricordo nella comunita’ italiana nel Regno Unito, ma invitando anche gli Inglesi a ripercorrere la propria storia. Non e’ possibile confutare la verita’ storica dei fatti,  le responsabilita’ di chi promosse e sposo’ il fascismo anche nel Regno Unito. Questa e’ una tragedia dei nazionalismi, una tragedia del nazi-fascismo che fu tragedia europea. La figura di Anzani e’ precursore dell’antifascismo dei partigiani.

In questi tempi di difficolta’ per l’Europa, questa storia dovrebbe aiutarci a riprendere la strada del dialogo, dell’unione e della maggiore integrazione in Europa stessa” conclude Stasi.

1288887056595_DecioAnzani

pd 1
pd 3pd 4pd 5pd 6