Le attività del COMITES

Logo di Moving ForwardCOMITES Londra: i primi sei mesi – Update dicembre 2015

Sono passati ormai più di sei mesi dall’insediamento del nuovo comites di Londra e dintorni, con cinque eletti della lista Moving Forward che hanno alternato collaborazione ed opposizione energica. Sono stati sei mesi fatti sopratutto di rodaggio e lavoro dietro le quinte, ma che finalmente cominciano a mostrare i primi frutti.

Tre i fronti principali su cui ci siamo impegnati come eletti PD/Moving Forward. Primo: vigilare e insistere ad ogni passo affinché venissero impostate procedure di lavoro del nuovo Comites trasparenti, democratiche e collegiali, con una cesura netta rispetto a quanto fatto alla fine del mandato Comites precedente. In particolare nella gestione dei finanziamenti ci siamo opposti alla spesa inutile per una sede tipo ufficio e per una segretaria a tempo pieno, spesa che ha indebitato lo scorso Comites senza produrre alcun beneficio per i cittadini.

Secondo, abbiamo eletto Laura de Bonfils presidente della commissione comunicazione. Grazie all’ottimo e paziente lavoro di Laura per la prima volta il Comites Londra avrà presto un sito internet accessibile e funzionale. Il sito web realizza finalmente la prima condizione affinché il Comites possa comunicare in maniera trasparente ed efficace con i cittadini a cui deve fare riferimento.

Terzo, Martina Di Simplicio ha proposto insieme ad Andrea Pisauro un progetto per realizzare dei video informativi e uno sportello virtuale, all’interno del sito Comites. I video hanno lo scopo di fungere da guida rapida e accessibile per i cittadini, in particolare chi è arrivato da poco in UK. Illustreranno gli aspetti fondamentali su come orientarsi a Londra / UK in materia di lavoro, casa, sanità, tasse e voto da residenti all’estero. Lo sportello virtuale sarà la prima tappa per offrire un canale informativo e di supporto diretto ai cittadini su queste materie e più in generale sull’accesso ai servizi consolari. Questo progetto ha già ottenuto il finanziamento da parte di fondi aggiuntivi del MAE e speriamo di riuscire a renderlo operativo entro la primavera.

Infine, Moving Forward ha appoggiato la proposta del Presidente Molle di commissionare un’indagine sull’immigrazione italiana in UK che dovrebbe essere realizzata insieme alla Fondazione Migrantes. Il prossimo obiettivo sarà avviare una mappatura della comunità italiana a Londra in modo da promuovere iniziative nel 2016 che ne promuovano le varie anime (ricercatori, artisti, imprenditori, famiglie ecc).

Martina di Simplicio


Incontro generale, Domenica 21 Giugno ore 15

Partono i COMITES Londra e (ri)parte Moving Forward

Primo impegno dei COMITES Londra sarà adempiere, in una seduta straordinaria, a uno dei suoi mandati obbligatori: quello di esprimere un parere sui finanziamenti del Ministero degli Affari Esteri, che il consolato eroga ad enti che forniscono corsi di lingua italiana e a testate giornalistiche per la comunità italiana.

Nel 2014 il governo, tramite consolato, ha erogato finanziamenti a due associazioni che tradizionalmente da decenni organizzano corsi di italiano a Londra, l’ Enaip (Ente Nazionale Acli Istruzione Professionale) e il Coasit (Comitato Assistenza Scuole Italiane), associazioni vicine ai patronati e alle ACLI, nate quando i servizi disponibili nelle scuole tramite gli insegnanti mandati direttamente dal Ministero della Pubblica Istruzione non bastavano. Altro capitolo di spesa sono i finanziamenti a disposizione di testate editoriali e mezzi di informazione dedicati alla comunità italiana, che nel 2014 sono andati a SM Photo News “La Notizia” diretta da Salvatore Mancuso, già candidato nella lista Mani Unite. Per la prima volta i COMITES hanno richiesto di vedere i documenti di spesa relativi ai bilanci allegati dalle associazioni. Inoltre, come Moving Forward, chiederemo che la medesima richiesta (bilancio con documenti di spesa) sia estesa anche alla testata “La Notizia” prima di esprimere un parere.

Riteniamo fondamentale che questi finanziamenti siano erogati in maniera trasparente e allargati a chiunque voglia offrire servizi efficienti, innovativi e davvero utili alla comunità. Per questo daremo battaglia affinché da quest’anno in avanti l’assegnazione dei fondi avvenga tramite regolare bando di gara e affinché il consolato presenti un rapporto del suo comparto responsabile del provveditorato agli studi, sugli effettivi bisogni, la domanda e l’offerta dei corsi d’italiano. Ad esempio, perché questi non sono disponibili a Ilford, dove la comunità italo-bengalese vanta circa 2000 famiglie con bambini e ragazzi che avevano iniziato le scuole in Italia e adesso non hanno possibilità di continuare a imparare la lingua italiana?

Nelle prossime riunioni ci impegneremo affinché i COMITES impostino una comunicazione trasparente e facile con i cittadini, tramite un sito e una pagina Facebook. La nostra prima battaglia sarà per investire i pochi fondi dei COMITES  – finora sprecati in inutili ed eccessive spese amministrative – nella realizzazione di un rapporto sull’immigrazione italiana a Londra e i suoi bisogni. A partire da questo, stimoleremo il consolato a istituire e co-gestire con i COMITES uno sportello del cittadino dove raccogliere reclami e suggerimenti per migliorare i servizi offerti finora e adeguarli alle nuove esigenze di una comunità sempre crescente.

Per sostenere il lavoro dei rappresentanti nel COMITES ma soprattutto per promuovere queste iniziative anche al di fuori, terremo il primo incontro ‘post-elettorale’ della lista Moving Forward: Domenica 21 Giugno ore 15 presso la sede dell’INCA Cgil a Highbury. Invitiamo tutti a partecipare per darci idee ma soprattutto per contribuire a costruire iniziative che diano una nuova voce alla nostra comunità a Londra, in particolare in previsione di due appuntamenti cruciali nei prossimi mesi – il referendum sulla permanenza dell’UK nell’UE e le elezioni per il sindaco di Londra. Non mancate!

Martina di Simplicio