Tasse e pensioni tra Italia e UK: i dubbi di una nostra simpatizzante

|

Carissimi del Pd Londra,

Vivo a Londra da un 1 anno e mezzo e da poco ho firmato un contratto a tempo indeterminato. Non penso dunque di andarmene prossimamente.
Non sono iscritta all’Aire (ma vorrei) e nessuno in Italia sa che sono qui. Non capisco nemmeno bene quali tasse detraggano dal mio stipendio, ma ho chiesto a qualcuno in Rirorse Umane proprio oggi di aiutarmi a capire.
Iscrivermi all’Aire comporta qualche differenza dal punto di vista delle tasse? Avro’ mai una pensione in Italia – o per averla devo versare i contributi li? O posso versarsi quando / se mai tornero’?

A presto,
Stefania

Cara Stefania,

abbiamo consultato i nostri esperti e raccolto i seguenti pareri.
Luca sull’AIRE:
“Meglio iscriversi all’AIRE – tra l’ altro e’ obbligatorio. Hai il vantaggio di poter votare per posta senza dovere tornare in Italia ad esempio. Essere iscritti o meno non cambia nulla per le tasse.”
Giacomo sulle pensioni:
“c’e’ stato un accordo a livello europeo ed in caso un soggetto si trasferisca da un paese ad un altro entrambi UE, sono le stesse autorita’ che si accordano per il conteggio degli anni di contributi versati all’estero secondo il principio della totalizzazione (somma tra anni di contributi nel paese estero e contributi in Italia). Ti allego un foglietto che mi ero salvato che la spiega.”

A presto,
Philippe

PS I patronati offrono informazioni e servizi del tutto gratuiti in materia di pensioni. I principali enti di Patronato operanti a Londra sono:

  • ACLI 134 Clerkenwell Road, London EC1R 5DL, Tel. 020 7278 0069, Fax 020 7278 9968
  • INAS-CISL 248 Vauxhall Bridge Road, London SW1V 1AU, Tel. 020 7834 2157, Fax 020 7233 8050
  • INCA-CGIL 124 Canonbury Road, London N1 2UT, Tel. 020 7359 3701, Fax 020 7354 4471 mail inca.cgil@btconnect.com.
  • ITAL-UIL Collingham House, Gladstone Road, London SW19 1QT, Tel. 020 8307 7695, Fax 020 8307 7699